Musica, Cinema, TV e Spettacolo

Speciale Viaggi in USA: New York – You Cannot Miss..

Continua il nostro appuntamento settimanale con il Blog ‘Tu Vo Fa L’Americano’: quest’oggi parliamo delle attrazioni assolutamente da non perdere se vi trovate nella Big Apple.

Come già detto nei precedenti post, New York è una città molto estesa e ricchissima di attrazioni e posti da visitare. Ma non sempre si ha il tempo necessario per visitare tutto. Ecco perchè è importante fare una selezione attenta a seconda del tempo che abbiamo a disposizione.
Che si soggiorni per 3,5,10 o 15 giorni nella Grande Mela, sicuramente non potranno mancare nel nostro programma le attrazioni simbolo di questa città:
  • Statua della Libertà:Per raggiungere la Statua della Libertà è necessario prendere il traghetto per Liberty Island, che parte da Battery Park, nel sud dell’isola di Manhattan. Il metodo più veloce per raggiungere questo punto della città è la Metropolitana (Linee 1, 9 stazione South Ferry).
    Il prezzo del biglietto del traghetto è di 10$ per gli adulti, mentre sono 8$ per gli anziani e 4$ per i bambini fino a 12 anni. Il prezzo comprende anche la visita alla vicina Ellis Island dove è presente il Museo dell’Immigrazione, una tappa facoltativa, ma da fare, se avete tempo.
    Premetto che le file per questa attrazione sono veramente lunghe, ed avere il City Pass fa risparmiare del tempo prezioso, non tanto per l’attesa prima di salire sul traghetto (quella vi tocca in ogni caso), quanto quella per fare il biglietto, che è ugualmente lunga.
    Qualcuno consiglia, per evitare i lunghi tempi di attesa, di prendere il traghetto nel New Jersey, ma – a mio avviso – tra lo spostamento nel New Jersey (in cui non arriva la metropolitana) e l’attesa, conviene aspettare addirittura a Battery Park.
    La Statua, simbolo della libertà per milioni di immigrati (anche italiani), è alta 46 metri ed è il monumento più famoso di New York City. Al momento non è possibile salire in cima e godersi il panorama, nè dalla sua corona nè dal piedistallo, perchè chiusa per restauri, dopo che nel 2009 era stata occasionalmente riaperta (e presa d’assalto dai turisti!) in occasione del 4 Luglio. La data prevista per la riapertura è nel 2013.
  • Empire State Building: L’osservatorio posto all’86° Piano dell’Empire State Building è sicuramente un’altra tappa obbligatoria per chi soggiorna a NYC, anche solo per pochi giorni. Il famoso grattacielo è stato per lungo tempo (dagli anni ’30, quando venne inaugurato, agli anni ’70, quando vennero inaugurate le Torri Gemelle) l’edificio più alto del mondo, con i suoi 381 metri d’altezza. La vista da lassù è veramente mozzafiato e vale certamente l’attesa della lunga fila, che eventualmente farete se non avete il City Pass. Ad ogni modo la fila – nonostante il grande afflusso di persone – scorre piuttosto velocemente, quindi non spaventatevi se la vedete partire fin da fuori l’ingresso del grattacielo.
    L’ingresso all’osservatorio costa 22$, che diventano 37$ se decidete di arrivare fino al 102° piano. Personalmente non ho visitato il 102° piano, ma chi c’è stato sconsiglia vivamente, perchè il panorama è pressochè simile e per raggiungerlo bisogna fare un’ulteriore fila, oltre che pagare ben 15$ in più.
  • Times Square: E’ certamente una delle piazze più famose del mondo intero, per i suoi luminosissimi cartelloni pubblicitari, davanti ai quali Piccadilly Circus di Londra impallidisce. Times Square è forse anche uno dei luoghi più fotografati della Big Apple, divenuto un simbolo della città. Ma Times Square, più che una piazza è un incrocio: il luogo in cui Broadway incontra la 7th Avenue, un incrocio che si estente per ben 5 isolati, dalla 42th Street alla 47th Street.
    Famosissima è la celebrazione del New Year’s Eve, in cui – durante gli ultimi 60 secondi dell’anno – viene fatta scendere la Palla (il celebre Ball Drop), fino allo scattare della mezzanotte in cui partono i festeggiamenti del nuovo anno. Nel caso decidiate di passare il vostro ultimo dell’anno a Times Square consigliamo di prepararsi in anticipo, uscire parecchie ore prima della mezzanotte, perchè a causa del grande afflusso di persone, la piazza viene chiusa prima, onde evitare del sovraffollamento.
    A Times Square sono presenti diverse attrazioni commerciali molto interessanti e sicuramente imperdibili per chi visita New York: dall’Hard Rock Cafè, al Toys’R’Us, senza dimenticare l’ M&M’s store e il Virgin Records Store, oltre che diversi ristoranti tra cui il Bubba Gump, catena divenuta famosa grazie al film Forrest Gump.
  • RockeFeller Center: Assolutamente da non perdere, anche se il vostro soggiorno non è più lungo di 4-5 giorni. Il Rockefeller Center è un complesso di edifici che sorge tra la 45th e la 51th Street, tra 5th e 6th Avenue, in cui sono presenti negozi ed uffici, oltre che gli Studi Televisivi della NBC (nei quali fanno vere e proprie visite guidate) e la famosa Radio City Music Hall, in cui è possibile assistere agli spettacoli. Nell’edificio più alto del Rockefeller Center, il GE Building, è anche possibile visitare l’osservatorio sul Top of The Rock, posto al 67 Piano. L’ingresso costa 25$ ed è ben organizzato, in quanto, a differenza dell’Empire State Building, fatto il biglietto viene dato un orario in cui presentarsi per salire in cima all’edificio, evitando lunghe attese.
    L’ingresso più suggestivo, soprattutto se andate nel periodo natalizio, è quello che dalla 5th Avenue arriva sino alla famosa Promenade, dove è posizionata la Lower Plaza. Nel periodo invernale è lì che viene posto il celebre albero di Natale e la famosa pista da pattinaggio su ghiaccio.
  • Central Park: E’ il piu celebre parco cittadino del mondo, considerato il “polmone verde” di New York. Ed a ragione, vista la sua estensione (4km di lunghezza per 800 mt di larghezza). Central Park è certamente uno dei luoghi da non perdersi a New York, un giro tra i suoi laghetti, i ponticelli, i sentieri è veramente un’esperienza impagabile dopo aver passato ore soffocati dai grattacieli della città. All’interno del parco vi sono diverse attrazioni: le 2 piste da pattinaggio, numerosi parchi giochi, diversi laghetti artificiali in cui è anche possibile noleggiare una barchetta per una romantica gita con la propria fidanzata, un Teatro all’aperto (il Delacorte Theatre), utilizzato soprattutto nel periodo estivo, e sterminati prati, utilizzati anche per praticare sport. Se non siete dei volenterosi camminatori è possibile fare un giro del parco sia in carrozza che col risciò, i prezzi sono alla portata di tutti.
  • World Trade Center: Visitare quello che fu il luogo dell’attentato più cruento della storia recente, è senza dubbio una tappa obbligata. Effettivamente non c’è molto da vedere, solo un enorme cantiere, un enorme buco fra le decine di palazzi che compongono il distretto finanziario di NY. L’impatto emozionale sarà certamente fortissimo: quel buco, quel vuoto lasciato dalle Torri Gemelle dopo quel tragico 11 settembre, è divenuto un simbolo, un simbolo di una società che vuole rinascere. Se invece leggerete questo post, fra qualche anno, sicuramente potrete ammirare il monumento alla memoria, perchè è questo che vogliono gli americani: rinascere dalle ceneri, ma senza dimenticare il passato.
  • Ponte di Brooklin: Imperdibile è sicuramente una passeggiata sul Ponte di Brooklin. Facilmente raggiungibile con la Metropolitana (A, C High St | J, M, Z Chambers St | 4, 5, 6 Brooklyn
    Bridge) l’imponente ponte collega l’isola di Manhattan al quartiere periferico di Brooklyn. Il ponte è lungo quasi 2 km, interamente percorribili su una zona ciclabile/pedonale.

In realtà ogni cosa di NY merita una visita, più o meno accurata. Ma si sa, spesso il tempo è tiranno.

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere tutte le news del momento!

Seguici!!!

Resta aggiornato seguendo la nostra pagina Facebook.

Clicca MI PIACE per non visualizzare più questo popup.